Frolle all’olio con crema di zucca e di yogurt

• 24 settembre 2007
* dolciNo Comments

Queste tartellette di pasta frolla sono fatte con una frolla all’olio d’oliva che da un po’ volevo provare, perchè non amo il burro. Sono venute molto meglio di come mi aspettassi, friabili e morbide.
Quelle scure sono fatte con zucchero grezzo integrale di canna, panela per la precisione, che ha un sapore molto marcato e cuocendo prende un colore scuro, e farina bianca zerozero.
Quelle chiare invece sono fatte con del comune zucchero bianco semolato e farina di kamut, in queste si sente di più il sapore dell’olio d’oliva, essendo meno marcato il sapore dello zucchero.
Al posto dell’olio d’oliva si può anche usare un olio di semi, secondo i gusti.
La cremina arancione è fatta con della zucca cotta prima al vapore, poi schiacciata e cotta con fruttosio, agar agar, vaniglia e latte. Può anche diventare un semifreddo, basta metterla in freezer e in questo caso l’agar agar non serve, o un budino, basta aumentare la quantità di agar agar.
La cremina di yogurt è stata fatta cuocendo per una decina di minuti lo yogurt con agar agar e poi aggiungendo del succo d’acero.

Pasta Frolla (per 12 tartellette)
150 gr. di farina 00 oppure di kamut
50 gr. di zucchero
50 gr. di olio d’oliva freddo di frigo
1 tuorlo
1 pizzico di sale
acqua fredda q.b.

Si impastano gli ingredienti velocemente e si mette in frigo avvolta da pellicola per almeno mezz’ora, poi si stende e si cuoce in forno negli stampini a 180° per un quarto d’ora circa.

Crema alla zucca
400 gr. circa di zucca cotta al vapore
1 cucchiaio di fruttosio
una presa di anice pestato
un pezzetto di stecca di vaniglia aperto
50/60 ml. circa di latte
un quarto di cucchiaino di agar agar

Cuocere un quarto d’ora la zucca schiacciata o frullata, con la vaniglia, l’anice, il fruttosio.
Poi aggiungere il latte e l’agar agar e cuocere ancora 10 minuti.

Crema allo yogurt
125 ml. di yogurt intero
mezzo cucchiaino di agar agar
due cucchiai di succo d’acero

Cuocere a fuoco basso una decina di minuti lo yogurt con l’agar agar, poi unire il succo d’acero.
Aspettare che le creme si siano intiepidite e leggermente rassodate prima di farcire.

Zucchero raffinato (di canna o barbabietola)
392 cal. per 100 gr. – nessun valore nutritivo (sono dette calorie vuote)
Zucchero integrale di canna non raffinato (panela, rapadura, mascobado)
356 cal. per 100 gr. – alto contenuto di sali minerali e vitamine
Sciroppo d’acero
252 cal. per 100 gr. – alto contenuto di sali minerali e vitamine, depurativo
Malto (di orzo, mais, frumento, riso)
300 cal. per 100 gr. – sali minerali e proteine, basso contenuto di saccarosio
Miele
300 cal. per 100 gr. – sali minerali e vitamine, diverse proprietà secondo il tipo di polline

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓