Pane semidolce uvetta e malto

• 14 settembre 2007
* pane, ricette veganeNo Comments

La quantità della pasta madre è casuale, ho usato quella avanzata dal rinfresco ma poi non avevo abbastanza farina (si dovrebbero usare 250 gr. di pasta madre per 400/500 gr. di farina) ma è venuto buono lo stesso per niente acido, comincio a pensare che il pane venga un po’ acido solo quando la pasta madre non è molto arzilla e non lievita bene.

300 gr. pasta madre già rinfrescata
100 gr. di farina di kamut
200 gr. di farina 0
una tazza di latte di kamut
mezza tazza di uvetta
1 cucchiaio abbondante di malto di riso
una presa di sale

Ho messo a bagno l’uvetta nel latte.
Poi ho setacciato la farina, aggiunto la pasta madre, il malto e il latte con l’uvetta, per ultimo il sale. Va impastata almeno 10 minuti in modo vigoroso.
L’ho messa in una ciotola grande a lievitare in forno spento fino al raddoppio (un paio d’ore) e poi ho dato la forma.
Ho scaldato il forno e cotto a 180 gradi per 40 minuti circa.

(Al posto della farina di kamut e del latte di kamut si può usare della farina 0 e qualunque tipo di latte vegetale o animale secondo i gusti, magari aggiungendo un po’ di malto perchè il kamut è leggermente dolce.)

Si dovrebbe lasciar raffreddare lentamente avvolto in uno strofinaccio ma io in genere non resisto lo devo assaggiare ancora tiepido.
Quando c’è il latte secondo me è più buono mangiato in giornata, mentre quando c’è l’olio rimane buono anche un paio di giorni.

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

Ingredienti principali: , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓