Chips

• 12 novembre 2007
* patate, ricette veganeNo Comments

Le patatine dei sacchetti, che non mangio da secoli, praticamente uguali, solo più buone, fatte con l’olio che si vuole.
La ricetta l’ho trovata qui e l’ho fatta credo uguale.
Si tagliano le patate sottili, col robot si fa in un attimo, scegliendo delle patate piccoline così vengono belle rotonde.
Si mette a bollire un miscuglio di aceto e acqua, 5 parti di acqua per 1 di aceto. Io ho usato l’aceto di mele perchè quello di vino lo uso solo per le pulizie, non mi piace.
Si prepara dell’acqua ghiacciata in un recipiente.
Quando l’acqua bolle si buttano le patate, quando riprende il bollore si tolgono e si mettono nell’acqua ghiacciata, si tolgono, si asciugano e poi si friggono in olio.
Io ho usato l’wok e un olio bio di semi per fritture.
Poi ovviamente si salano, ma si possono anche aromatizzare con spezie, a me piacciono di più classiche, stavolta niente stramberie, vah :-)

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

Ingredienti principali:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓