7 segreti

• 27 febbraio 2008
- pensieri variNo Comments

Giuro che poi non ne metto più di foto mie da piccola!

Rosy mi ha invitato a questo meme, un altro, si, arriva dalla francia, le regole sono queste:

1 – le regole del gioco copierai
2 – 7 dei tuoi segreti svelerai
3 – 7 felici vincenti individuerai
4 – un messaggio per avvisarli invierai
5 – a consultare il tuo blog li inviterai

Carino, no?
Ovviamente questi non sono veri segreti, se no non sarebbero qui.
Ma è un altro giochetto divertente.

1 – Non faccio mai la prima colazione e mi sono anche stancata di sentirmi dire che deve essere il pasto principale della giornata, ognuno fa come gli va. Se proprio me la trovo davanti preferisco che sia salata.

2 – Non riesco mai ad aprire i sacchettini trasparenti per mettere la verdura al supermercato, è una cosa che mi manda in bestia, non vedo mai nessun’altro metterci così tanto tempo.

3 – La mia prima macchina era bellissima, rosso ferrari, una cinquecento vera, con la doppietta.

4 – I concerti di musica classica mi annoiano a morte, cioè si la musica mi piace, ho anche studiato per 10 anni pianoforte (vedi foto con mummia), ho fatto due esami al conservatorio, so anche capire se si suona bene o male, capisco anche cosa c’è dietro, ma a me il fatto di star lì seduta ad ascoltare m’annoia.

5 – Non pulisco mai sotto il letto.

6 – Odio comprare vestiti, vorrei che mi comparissero spontaneamente nell’armadio e che durassero per sempre.

7 – Ho alcuni segreti veri che custodisco come un regalo prezioso e che nessuno saprà mai.

Ho pensato per cambiare di “individuare i 7 felici vincenti” in persone che non ho mai nominato prima:
sciopina, elisabetta, valeria e marco, cookie, uvetta, lenny, sara.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓