Clafoutis di ciliegie con composta di zucchine e basilico

• 16 giugno 2008
* dolciNo Comments

Questo post partecipa alla cena virtuale di dolcezza “Con gli azzurri davanti alla tv”.
Il tentativo era di fare qualcosa di tricolore, ed è stagione di ciliegie. Il pomodoro era troppo banale… anche se a me la tricolore fatta con pomodoro mozzarella e avocado piace, per esempio, ma mica è una ricetta. Pensa e ripensa alla fine ho fatto questa composta di zucchine solo leggermente aromatizzata al basilico, che io non amo particolarmente perchè mi è pesantissimo da digerire, ci stava bene anche la menta, forse. Ma cosa c’è di più italiano del basilico? Comunque l’accostamento ciliegie/zucchine/basilico non avrei mai pensato ma è azzeccatissimo.
Secondo me si sono gonfiati troppo (è normale che sembrino dei soufflè?) e c’era poca frutta rispetto all’impasto, comunque io non credo di avere mai mangiato dei clafoutis… in giro ho trovato di tutto, c’è chi lascia i noccioli, chi mette la panna, chi il lievito, chi passa la frutta nel burro. Ho scelto la variante semplice.

Per i clafoutis:

30 ciliegie denocciolate
2 uova grosse o 3 piccole
100 gr. di zucchero di canna
100 gr. di farina 00
200 ml. di latte di capra

Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere la farina e il latte a filo.
Mettere le ciliegie nella tortiera (io ho usato 6 pirottini di ceramica con dentro della carta forno bagnata) e versare sopra l’impasto.
Cuocere a 180 gradi per 35 minuti. Servire tiepidi.

Per la composta:

2 zucchine
3-4 cucchiai di zucchero di canna (dipende dalla grandezza delle zucchine)
qualche foglia di basilico spezzettata

Tritare le zucchine, cuocerle con lo zucchero e il basilico sminuzzato, 15 minuti circa, o comunque fino a quando sono della consistenza giusta.

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

Ingredienti principali: , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓