Gelato avocado e yogurt con pesto di melissa

• 6 giugno 2008
* dolciNo Comments

Lo so fa freddo, non è tempo di gelato, ma avevo un avocado in frigo che mi aspettava e questa ricetta l’avevo vista da cat tempo fa.
Ho aggiunto il pesto perchè ultimamente mi è venuta la fissa della melissa e ho usato il succo d’acero perchè mi piace molto abbinato allo yogurt, più del miele.

Un avocado maturo
200 gr. di yogurt di capra bio intero
3 cucchiai di succo d’acero

melissa nocciole e succo d’acero per il pesto

Ho tritato la polpa di avocado nel mixer con lo yogurt e il succo d’acero, ho messo in freezer, mescolando spesso fino a quando non ha preso la giusta consistenza.
Il pesto invece l’ho fatto pestando nel mortaio la melissa, aggiungendo le nocciole tritate e alla fine il succo d’acero.

Il due giugno non era solo la festa della repubblica, era anche il mio blog-compleanno! Me ne sono accorta un po’ in ritardo, ma non posso non fare un bilancio di questo ultimo anno così importante.
Il blog mi ha dato tantissimo.
Prima di tutto ho imparato tanto, ricette ma non solo.
E poi ho conosciuto tante persone. E quindi grazie.
A tutti quelli che sono passati di qua, a quelli che commentano, a quelli che passano e basta, a quelli che condividono, a quelli che dissentono, soprattutto un saluto alle persone che ho conosciuto personalmente grazie al blog e che adesso sanno che dal vivo sono mooooooolto più brutta vecchia e cattiva di quel che sembro nel blog: gaia, anna, elena, daniela, marzia, viviana, saretta, christian, simona, elisa, katia, lory, gisella, serena, sara, maricler e fabrizio, monica

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

Ingredienti principali: ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓