Rotolini di alici con mozzarella di bufala

• 25 marzo 2009
* pesceNo Comments

Questi rotolini li avevo visti già da un po’ e li avevo messi in coda tra le ricette da fare in una cartella traboccante di ricette, che magari non proverò mai, tutte prese dai blog. Quello che chi non frequenta i blog non capisce è che il senso stesso dei blog è copiarsi a vicenda, tutti lo facciamo, a volte lo diciamo a volte no, a volte ci facciamo un post a volte no ma insomma è normale prendere una ricetta, provarla e poi magari anche fotografarla e metterla nel blog. Di solito alla persona copiata fa piacere. Per la verità quasi nessuno riesce a copiare una ricetta senza modificare almeno una cosa, con la scusa che non l’aveva in frigo o che a qualcuno non piace in famiglia, comunque tutto sto preambolo per dire che mi piace tantissimo il nuovo meme/raccolta della trattoria Muvara. Praticamente si deve copiare una ricetta da un blog, realizzarla e fotografarla. Il blog più copiato vince! :-)
Questi rotolini sono semplici e buoni, perfetti come aperitivo o antipasto.
Il pesce azzurro, si sa, fa bene, e le alici sono anche nella lista del wwf dei pesci che si possono comprare più tranquillamente.
Si puliscono le alici (che sono la stessa cosa delle acciughe, lo dico perchè fino a poco fa non lo sapevo) togliendo la testa e la lisca, si lavano e si asciugano. E’ falicissimo, altra cosa che non sapevo.
Si prepara la panatura con olio evo, pangrattato tostato, pecorino grattugiato, polvere d’arancia, prezzemolo tritato (se ce l’avevo ci mettevo anche della menta ma si sta riprendendo adesso dall’inverno), un pizzico di sale (io ho usato quello affumicato). Si passano le alici nella panatura da entrambi i lati.
Si tagliano dei dadini piccoli di mozzarella di bufala e si formano gli involtini, si possono infilzare oppure no.
Ho bagnato con un filo d’olio ma si può anche evitare. In forno a 200 gradi 10-15 minuti.

La ricetta originale è qui. Nei suoi ci sono il peperoncino e i capperi.
Comunque sia chiaro che questa è una copia! e participa al meme “La ricetta del vicino è sempre più saporita” :-)

Un’altra raccolta bellissima e autoironica è quella di alex, il disaster award. Solo che quella è più difficile perchè mica tutti hanno la fortuna di dimenticarsi il fornello acceso e far scoppiare una teglia di lasagne! :-) La cosa bella è che in questo periodo se ci capiterà un disastro in cucina la prima cosa cui penseremo sarà il premio di alex, prima correremo a prendere la macchina fotografica e poi ci faremo su anche una risata. Secondo me la dovremmo tenere aperta all’infinito sta cosa, anche senza premio, con un disaster winner tutti i mesi!

Ah, ho pure fatto il pdf! (.pdf)

Ingredienti principali: ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓