Crumble di melanzane o zucchine

• 4 giugno 2009
* verdure4 Comments

Avete mai provato a scottarle le melanzane? Io nono avevo mai provato. Sono buone, leggere, e si fa in un attimo. Ho provato anche con le zucchine ma soprattutto è una cosa adatta alle melanzane e a chi come me non ama friggere e mettere sotto sale le melanzane per fare perdere l’acqua.
Poi si possono mettere in forno, condire, pasticciare, io ci ho fatto il crumble.

Ho tagliato a rondelle sia le melanzane che le zucchine. Le ho scottate alcuni minuti.
Poi ho messo in cocottine piccole le melanzane e in una teglia più grande le zucchine, ho cosparso di menta e coriandolo in foglie, e poi coperto col crumble.
Il crumble l’ho fatto con pangrattato e pecorino grattugiato, sale affumicato, polvere d’arancia, olio evo. Ho sbriciolato con le dita. L’olio deve essere abbondante per poter avere l’effetto sbricioloso. Però tutto sommato sono abbastanza leggere.

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

Ingredienti principali: , ,

4 Responses to Crumble di melanzane o zucchine

  1. titty scrive:

    Bellissima idea, ma non saprei dove trovare la polvere di arancia. Ehm… Sono una cuoca diciamo "basic" …

  2. stelladisale scrive:

    titty la polvere d'arancia non si trova, si fa: toglia la buccia col rigalimoni, la metti in forno a 50 gradi per un'ora circa, fin quando è secca, la pesti in un mortaio ed è fatta

  3. FrancescaV scrive:

    lo faccio stasera :) Una domanda: quando dici melanzane e zucchine scottate intendi messe in acqua bollente per qualche minuto, vero?

  4. stelladisale scrive:

    francesca, si, tagliate a fette e buttate nell’acqua bollente qualche minuto

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓