Insalatini di ravanello in gelatina

• 25 maggio 2010
* antipasti, ricette vegane7 Comments
 

E come dicevo di gelatina ne ho fatta mezzo litro per cui avendo in frigo degli insalatini di ravanello di un bel colore primaverile mi è venuta questa idea, che è semplicissima ma mi è piaciuta molto per il contrasto tra salato, dolce e acido.
Dopo due classici base della macrobiotica, il kanten e la crema di riso, il secondo per la verità molto rivisitato, il terzo classico sono gli insalatini, cioè verdure fermentate col sale a pressione.

Insalatini

Ravanelli
Sale integrale

Ho tagliato a pezzettini piccoli i ravanelli, li ho messi in una fondina e li ho cosparsi con abbondante sale, sopra ho messo un’altra fondina e sopra ancora ho messo un peso, la pentola di ghisa piena d’acqua. Ho lasciato qualche ora in pressione finchè si sono riempiti di acqua, poi ho tolto il peso e li ho lasciati tutta notte a temperatura ambiente, con la loro acqua, a fermentare. Prendono un sapore che può anche non piacere e che può essere scambiato per “andato a male”, è la fermentazione, che fa benissimo per i motivi spiegati più volte, ma si può fermare quando si preferisce secondo i gusti, basta assaggiare e quando si è soddisfatti del gusto mettere in frigo scolando l’acqua in eccesso bloccando così la fermentazione. In ogni caso questi sono fermentati poco, meno di 24 ore, sono delicati.
Da mangiare soli possono risultare troppo salati o acidognoli per via della fermentazione, ma sono perfetti aggiunti alle insalate, per esempio domenica ho fatto un’insalata con piattoni e carote al vapore (cotte pochissimo), insalatini di ravanello, prezzemolo fresco riccio e una salsina di senape – aceto di mele – olio evo – salsa di soia ed era buonissima.

Gelatina (quella del post precedente)

250 ml di succo di mela limpido 100% mele bio
un pizzico di sale
1 cucchiaino raso da caffè di agar agar, 1 grammo circa

Ho messo sul fuoco e dal bollore ho lasciato bollicchiare a fuoco basso per 3 minuti, ma anche 5 va bene e vi da più sicurezza, la consistenza non è molto dura e rimane trasparente.

Ho messo i ravanelli nei bicchierini con qualche fogliolina di menta ed ho versato la gelatina calda. Tutto qui. Ma l’effetto è sorprendente. Perfetto come stuzzichino pre-pasto. Tenete conto che col passar delle ore la gelatina prende sempre più il sapore di quello che contiene, per cui per esempio se mettete delle foglioline di menta, più la lasciate riposare e più saprà di menta tutto l’insieme.

 
 

Vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

Ingredienti principali: ,

7 Responses to Insalatini di ravanello in gelatina

  1. marcella scrive:

    Mamma mia! Ma come ti vengono certe idee?
    Sai che è strepitoso questo abbinamento?
    Io adoro gli insalatini veloci di ravanello, ma fermentati con aceto di umeboshi!
    Grande donna!

  2. stelladisale scrive:

    ah ah mi vengono che mi son guardata intorno con la gelatina avanzata e la prima cosa che m’è capitata a tiro… :-)

  3. Saretta scrive:

    Devo rifarli anch’io gli insalatini, sempre geniale Stellina!bacio

  4. spighetta scrive:

    Mi sembra un’idea perfetta per un antipasto estivo. Fresco dissetante e leggero! Devo provarli ;)

  5. stelladisale scrive:

    saretta e spighetta, anche oggi insieme siete passate :-)
    grazie bacioni

  6. fiordisale scrive:

    ah ecco questo è estremamente interessante, quindi posso unire il liquido con l’agar agar (già bollito, sciolto, ecc) su determinati ingredienti, ad esempio una delicata crostata di frutti di bosco.
    A livello didattico sei un genio perchè si riesce a vedere e capire bene ma spero che nel quotidiano non userai quei cubotti enormi di gelatina. Sicuramente fanno più effetto perchè hanno quella strana trasparenza. Pensa che avrò usato la colla di pesce (e similari)un 5 volte nella vita, proprio perchè le trasparenze mi fanno venire i brividi. É strano, eh, col latte (o robe scure o non trasparenti) non ho lo stesso effetto. Comunque in questa manciata di giorni di pausa ho fatto un bel po di prove, giusto per giocare ed è veramente divertente.

  7. stelladisale scrive:

    gì, stai meglio?
    i “cubotti enormi di gelatina” sanno di succo di mela, sono buoni :-) di solito neppure io amo le cose sballonzolanti traslucide, ma è divertente :-)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓