Marmellata di limoni e vaniglia con malto e agar agar

• 13 giugno 2010
* dolci12 Comments
 

Mi hanno regalato 5 bellissimi enormi limoni di sorrento, di quelli con la bella bucciona grossa bitorzoluta che sembrano quasi cedri. Amo gli agrumi, tutti, soprattutto la scorza. Quest’inverno mi arrivava la cassetta bio anche di agrumi ed ho fatto diverse volte la marmellata, sempre in modo diverso, ma di limoni mai.
Avrei potuto metterne un paio sotto sale, due anni fa li avevo fatti e sono buonissimi. Ma poi ho pensato di provare a fare la marmellata, senza zucchero, con il malto, la vaniglia e l’agar agar, ho preso spunto da qui.
Il procedimento è simile a questo.

1200 gr di limoni di sorrento non trattati
400 gr di malto di grano bio
1 cucchiaino abbondante di vaniglia in polvere bio (ma anche meno)
1 cucchiaino abbondante di agar agar in polvere

Ho lavato i limoni, li ho bucherellati e li ho messi a mollo nell’acqua per 3 giorni cambiando l’acqua 2 volte al giorno. Poi li ho tagliati sottili ed ho tolto i semi, che erano pochissimi per cui non sono stata neppure a tenerli. Ho messo in pentola limoni, malto e vaniglia ed ho cotto circa 45 minuti, senza mescolare spesso che tanto nella pentola di ghisa non s’attacca, poi ho aggiunto l’agar agar ed ho fatto bollire ancora 10 minuti. Ho invasato ed ho fatto bollire mezz’ora i vasi. Non è nè amara nè acida, dolce ma non troppo, forse potevo mettere meno vaniglia, comunque è buonissima :-)
D’ora in poi niente più saccarosio nella marmellata! Perchè ne ho fatta anche un’altra che era uno spettacolo, fragole e rabarbaro, già finita :-)

Vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

Ingredienti principali: , ,

12 Responses to Marmellata di limoni e vaniglia con malto e agar agar

  1. valina scrive:

    oh che bello…quasi quasi ci provo pure io…magari con le fragole che adoro! :-D ( certo che se il malto costasse meno sarebbe anche + piacevole farle vero? )

  2. stelladisale scrive:

    vale, con le fragole di malto ne puoi mettere molto meno se sono dolci, prossimo post quella fragole rabarbaro…
    mah secondo me non costa molto, il barattolone da un chilo costa meno di sei euro e ce ne fai di cose… considera che è una cosa da usare ogni tanto, è sempre comunque uno zucchero

  3. roberta cobrizo scrive:

    eh, lo so… funzionaaaa, sì!
    ;-) )
    hai ragione, è questione di misura. meglio poco, ogni tanto, ma buono!

  4. lisette scrive:

    Cara Stellina, che buona questa marmellata. da bambina passavo le mie estati al lido di lovere visto che mio nonno era di li’ ma poi i miei hanno venduto la casa. il lago di endine mi è sempre piaciuto. Ricordo un anno, andando a lovere in inverno, ci siamo fermati perchè era tutto ghiacciato e ho pattinato con i pattini da ghiaccio nuovi.piu’ divento grande e piu’ i ricordi di infanzia acquistano malinconia, ma una bellissima malinconia..ps ti seguo sempre..;))

  5. stelladisale scrive:

    roberta, eh lo so l’ho presa da te l’idea…

    lisette, una volta si ci si pattinava d’inverno, adesso non credo che ghiacci mai a sufficenza, pensa che al liceo avevo un professore che diceva che l’unico motivo per cui veniva volentieri a insegnare a lovere è che passando dal lago di endine gli sembrava un quadro di bruegel :-)

  6. imma scrive:

    mm che bonta carissima voglio provarla anch’io!!! mi hanno regalato dell’agar agar :D ma nn ho il malto con cosa posso sostituirlo secondo te,il miele va bene??bacioni e complimenti per tutto!!!

  7. Saretta scrive:

    Mi hai fatto venire una voglia di marmellatare…slurp!

  8. stelladisale scrive:

    imma, il miele non ce lo vedo, il classico zucchero, magari poco raffinato… grazie bacioni

    saretta, domani posto quell’altra :-)

  9. mara scrive:

    finalmente qualcuno che ha postato delle ricette “naturali” che cerca di eliminare degli ingredienti di cui abusiamo :)
    il miele nelle marmellate è pericoloso tende a non farle addensare…ma magari studiando una giusta proporzione con l’agar agar…(ho il libro conserve naturali, ma la ricetta della gelatina nonostante l’agar agar non mi si è solidificata) :(

  10. stelladisale scrive:

    mara, grazie :-)
    il miele nelle marmellate non l’ho mai usato anche perchè non lo uso mai il miele, ma mi sembra strano che sia pericoloso perchè me ne hanno appena regalata una amarene e miele, senza altri ingredienti, biologica, ed era buonissima e pure addensata il giusto, per cui mi sa che volendo si può usare, dell’agar agar ne ho parlato già anche troppo, ma è facilissimo da usare per cui se non s’è solidificata o ne hai messo troppo poco o l’hai fatto bollire troppo poco

  11. michela scrive:

    ciao premettendo che non ho mai usato il malto volevo fare una domanda …secondo te la marmellata senza zucchero, che di solito è il conservante, si conserva come quella normale? Si deve sterilizzare alla fine?
    Ti ringrazio già da ora e ti faccio i miei complimenti sono mesi che leggo il tuo blog e ne sono tipo stregata!! sei sempre molto brava!!!

  12. stelladisale scrive:

    micaela, ciao, meglio sempre sterilizzare per sicurezza ma considera che anche il malto è uno zucchero e poi ci sono gli zuccheri naturali della frutta per cui si conserva bene lo stesso, c’è gente che ne ha vecchia di 5 anni in perfette condizioni fatta con malto e agar agar, io no perchè di solito ne faccio pochissima, grazie per i complimenti :-)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓