Gnocchi di patate con sugo di rapa rossa

• 24 ottobre 2010
* patate, * verdure, ricette vegane17 Comments
 

Per colorare il mondo di rosa basta una rapa rossa, il rischio è che tutto diventi d’un carico rosso sangue.
Insomma ‘sta ricetta è una metafora. Di cosa decidete voi.

Non è niente di nuovo in realtà, i gnocchi sono semplicissimi gnocchi di patate e sono rosa solo perchè per cuocere le patate al vapore ho usato la stessa acqua che avevo usato per cuocere la rapa rossa al vapore, tutto qui.
La rapa rossa l’ho usata per il sugo, che è molto simile a questo.
Questa volta ho usato lo scalogno, l’ho tagliato piccolo, l’ho appassito nell’olio con anice, cumino e semi di finocchio, poi ho aggiunto le rape cotte al vapore e tritate, ho salato ed ho cotto mezz’oretta aggiungendo un po’ di acqua. Non ho fatto altro che aggiungere al sugo in padella gli gnocchi cotti in acqua bollente salata, ho aggiunto poi nei piatti il timo limone, che da un tocco di freschezza e colore.
I gnocchi sono quelli classici rigorosamente di patate schiacciate, farina e nient’altro, ce ne sono altri qui e qui.
Se invece vi piace il colore queste erano tagliatelle all’uovo con la rapa rossa nell’impasto.

La rapa rossa era una vera rapa rossa cruda di quelle senza plastica intorno ma con intorno, sovversivamente, la sua buccia marrone, ma potete anche usare quelle già cotte che si trovano ovunque, a me non piacciono perchè sono sempre mollicce e poi a stare nella plastica si sa che si finisce col sapere di plastica, ups m’è scappata n’altra metafora, scusate…

Ingredienti principali: , ,

17 Responses to Gnocchi di patate con sugo di rapa rossa

  1. Felix scrive:

    Sono andata guardare il sugo di rape… ottimo! A me le barbabietole piacciono molto! Mai pensato di farci il sugo per la pasta!

    E grazie anche per questa idea :-)

  2. marcella scrive:

    Ideona!
    Ma la rapa non plasticosa dove la trovi?
    Ogni tanto le vedo al naturasì, ma non rosse, sono le classiche bianche!
    Non dirmi che le trovi nella biocesta perchè mi viene l’orticaria al pensiero che qui non spediscono!!!! Grrrrr!

  3. stelladisale scrive:

    grazie felix, l’altro? è quasi uguale a questo…

    marcella, esatto, me l’ha mandata la bioexpress… come mai non spediscono a piacenza? fanno l’emilia romagna e milano e non piacenza?

  4. lagaiaceliaca scrive:

    attendo un sacco di rape rosse dal GAS, ottima idea da tener presente.

  5. frida scrive:

    Io non ho mai mangiato le rape rosse…Mi sto perdendo qualcosa, vero?
    Ti dato il premio Happy…
    Buona settimana!

  6. stelladisale scrive:

    gaiaceliaca, un sacco, addirittura, wow ti puoi sbizzarrire allora :-)

    frida, mah se ti capita di vederle provale, a me piacciono, con le spezie perdono quel sapore di terra che può non piacere e poi hanno un colore bellissimo :-)

  7. marcella scrive:

    Esatto, Stella! Servono Milano e la Romagna, ma l’Emilia no!!!!
    Avevo anche scritto, ma mi avevano risposto che al momento non arrivavano a Piacenza; speriamo che si sbrighino!
    E io intanto rosico! Grrrrrrrr!
    Però se faccio gli gnocchi con le rape “plasticose”, penso che verranno ugualmente, no?
    P.S. le patate strabuone, però, le ho! ;-)

  8. stelladisale scrive:

    marcella non servono piacenza ma servono quasi tutto il resto dell’emilia oltre che la romagna, del resto partono da imola, ho controllato mica per sfiducia eh ma perchè magari a qualcuno interessa e immagino aggiungano zone col tempo:
    http://www.bioexpress.it/chisiamo/00000099060063d02.html
    comunque è assurdo che non nascano altre realtà più locali, in tutte le province, con servizi simili alla bioexpress, organizzati direttamente da associazioni di agricoltori, poi dicono che fanno la fame ma che si svegliassero anche però, che convertissero i terreni, cosa aspettano? fanno i mercatini della coldiretti e non sono bio, non si sono ancora accorti che la gente vuole il bio se lo trova facilmente? ecco m’è già venuto il nervoso :-)
    massì che vengono ugualmente ;-)

  9. saretta scrive:

    Io amo le raperosse e, combinazione, ho perfino voglia di gnocchi(anche se li ho magnati ieri..)Che bella idea!!!bacioni

  10. marcella scrive:

    Cara Stella, anch’io controllo ogni tanto il sito, e sono arrivati fino a Parma!
    Noi abbiamo i gas, e parecchi agricoltori che fanno bio, ma devi andare da loro, spesso in collina, perché, come giustamnte dici tu, ai mercatini della coldiretti, ci sono i verdurai, ma morire che ce ne sia uno bio!
    Prima o poi arriverà anche qua la biocesta!!!

  11. stelladisale scrive:

    saretta, ciao :-)

    marcella, sai il negozio bio di bergamo dove va a prendere la verdura? sulle colline piacentine :-)

  12. twostella scrive:

    Mai pensato di farne sugo … quel colore per me è ipnotico! Adoro le barbabietole
    Baci

  13. stelladisale scrive:

    twostella, baci

  14. barbara scrive:

    Il biologico a domicilio tutto l’anno è una bellissima cosa. Non credo che ci sia un servizio simile nella mia regione, ma a dire la verità non mi sono informata quindi potrei sbagliarmi. Solo non ne ho mai sentito parlare, ecco. Le rape rosse proprio non riesco a ricordare di averle viste negli alimentari bio da cui acquisto di solito. Questa salsa però mi ispira tanto, e per il suo “rosso sangue” è pure in tema Halloween, eheh!

  15. barbara scrive:

    Mentre cercavo informazioni sul biologico a domicilio ho trovato un post che magari potrebbe interessare a qualcuno: http://mangiabio.blogspot.com/2009/03/dove-acquistare-bio.html

  16. stelladisale scrive:

    grazie barbara, potrebbe interessare a me visto che sta qua s’è copiata il mio post “comprare biologico” parola per parola, senza neppure citare la fonte, non l’avevi visto il mio? c’è un link in alto a destra, sotto “le fisse”… adesso vado a lasciarle un commento, di gente che ha la faccia uguale al culo c’è proprio pieno il mondo…

  17. barbara scrive:

    Cavoli! Ma davvero? O__o E dire che stavo pure per scriverle un commento su quanto era interessante quel post!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓