Paratha

• 4 ottobre 2010
* pane, ricette vegane15 Comments
 

Il paratha è un pane indiano simile alla piadina. La ricetta l’ho presa qui.
Esistono infinite varianti di paratha, viene farcito in tutti i modi possibili, anche non farcito e stropicciato, soprattutto salato ma anche dolce, trovate informazioni qui.
Io ho usato l’olio extra vergine d’oliva ma si può usare olio di semi o burro chiarificato.

400 gr farina 0
80 ml olio extra vergine d’oliva
mezzo cucchiaino di sale fino marino integrale
acqua tiepida q.b.

patate cotte al vapore e tagliate sottili
sale rosso
cumino

Si impasta la farina con l’olio e il sale e poi si aggiunge l’acqua a poco a poco fino ad ottenere un panetto morbido non appiccicoso, lo si lascia riposare a temperatura ambiente per un’oretta.
Io ne ho fatto 4 paratha farcite, per cui ho diviso l’impasto in 8 parti, con ognuna ho formato un rotolino simile a quello degli gnocchi, l’ho arrotolato a spirale e poi l’ho steso col mattarello.
Ho farcito con le patate tagliate a fettine sottili e cosparso di sale e cumino, ho sovrapposto l’altro disco di pasta ed ho pressato bene col mattarello.
Vengono 4 dischi tondi alti pochi millimetri, il ripieno è asciutto per cui non c’è pericolo che esca.
Ho cotto sulla piastra di ghisa sul fornello, prima da una parte e poi dall’altra, facendo dei taglietti per non farle gonfiare. Mentre cuocevano ho versato un cucchiaino di olio e l’ho steso col fondo del cucchiaino, sia da una parte che dall’altra.

 
 

Sono buonissimi mangiati subito ma si possono anche riscaldare, tendono solo a ammorbidirsi un po’.
Questa versione è un po’ sciapa, va bene da mangiare con altre cose saporite, magari dal o curry.

Vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

p.s. – comunicazione di servizio :-)
se avete nel vostro blog il bannerino azzurro “blog uniti contro il plagio” che vedete anche qui in basso a destra, che linka al mio post dell’anno scorso sull’argomento, potreste per favore o toglierlo (considerando che non si raccolgono più segnalazioni e sono rimaste le informazioni ma non è più possibile commentare, insomma vedete un po’ voi) oppure modificare il link e mettere l’indirizzo nuovo cioè: http://www.stelladisale.it/2009/03/blog-uniti-contro-il-plagio/ ?
anche perchè nel blog vecchio ho messo un reindirizzamento con l’alert del tipo fra 10 secondi questo pc scoppierà, no, del tipo tra 10 secondi verrai reindirizzato automaticamente…
grazie

Ingredienti principali: ,

15 Responses to Paratha

  1. Felix scrive:

    Amo particolarmente questo tipo di pane! Dovrò provarlo anche io con sole patate e cumino…
    Grazie :-)

  2. arabafelice scrive:

    Mi fa molto piacere che abbia provato la mia ricetta e che ti sia piaciuta! A presto :-)

  3. Elvira scrive:

    Stella. ultimamente ho tanti spunti letterari di cucina indiana, ma non ho mai il tempo di fare qualche ricerca seria su internet, questo lo metto da parte nei pani da fare al piu’ presto, anche magari “imbastardendolo” un po’ :)

  4. stelladisale scrive:

    felix, anche io amo tutti i pani indiani, questo è buonissimo e ci si può sbizzarrire col ripieno…

    arabafelice, grazie, un salutone fino in arabia saudita :-) io li leggo sempre i tuoi post eh anche se non commento quasi mai per mancanza di tempo

    cibou la cucina indiana è talmente vasta che se ti infili nel tunnel non ne esci più :-) la cosa divertente è che mangiato caldo sembra piadina sfogliata cioè uno fa dei giri immensi e poi…

  5. Giò scrive:

    favoloso!! sono innamorata di questo pane e del suo ripieno, non posso resistere devo assolutamente farlo immediatamente!!

  6. twostella scrive:

    Segnata per la prossima cena indiana!

  7. stelladisale scrive:

    giò, twostella, poi ditemi, eh se lo provate :-) baci

  8. Oxana scrive:

    Ciao Stella,
    non ti conoscevo prima ma t’ho scoperto per caso da Facebook:) Hai un bellissimo blog con belle ricette, complimenti!
    Ho visto questa ricetta da Stefania, è molto bella. Prima o poi proverò anch’io a farli;)
    Un bacione

  9. marcella scrive:

    Ideona! Senza lievito, e sicuramente buono!
    I ripieni possono esseri vari, vero?
    P S. fatta l’insalata con zucca e radicchio: molto gustosa!

  10. saretta scrive:

    Ma questo mica ce l’hanno portato da Shiva!!!!Da rifareeeee!bacione

  11. stelladisale scrive:

    marcella, si si, si può fare col ripieno che si vuole e anche senza niente… buona eh? :-)

    saretta, la prossima volta glielo diciamo al tipo che ti prendeva in giro :-) però era buono anche il chapati

  12. Geillis scrive:

    adoro questi pani così particolari, ma non avrei pensato si potessero riprodurre anche a casa, sembra davvero meraviglioso!

  13. stelladisale scrive:

    geillis, è come fare la piadina, non è difficile, ormai sto imparando che quasi tutto si può fare in casa… :-)

  14. Matteo scrive:

    mmm lo devo provare..complimentissimi..
    matteo

  15. stelladisale scrive:

    grazie matteo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓