Le borse di jeans

• 30 novembre 2010
borse7 Comments
 


 

Ho fatto alcune borse di jeans. Dedicate a chi non ama la fantasia. Più sobrie.
Tre piccole per il pranzo che trovate QUI. Due più grandi per la spesa di cui una con le cinghie laterali per portarla a zainetto che trovate QUI.

Questa nelle foto è la mia preferita, di un jeans azzurro morbidissimo e con le frange bianche che fanno un po’ figli dei fiori.
Sto facendo delle cose su commissione per cui se vi piace un tessuto che è nel sito e vorreste una borsa su misura con delle caratteristiche particolari provate a chiedere in e-mail, può essere che possa accontentarvi.

7 Responses to Le borse di jeans

  1. marcella scrive:

    Ma tu sei una maga!
    Quando trovi il tempo per fare queste meraviglie?
    Questa azzurra è molto chic!

  2. Vera scrive:

    Mamma che bella! :0

  3. Stefania scrive:

    Ciao Stella di Sale! Girando tra i blog sono incappata qui! Che bel posto! Ho “preso” il tuo bannerino Blog uniti contro il plagio, spero non ti dispiaccia.
    Grazie per adesso! =)

    Stefania

  4. stelladisale scrive:

    marcella, eh lo trovo…

    vera, grazie

    stefania, no certo che non mi dispiace :-) grazie

  5. isafragola scrive:

    questa mi piace proprio :-) Sembra davvero morbidissima

  6. sandra scrive:

    cia Stella di Sale..anche io come Stefania giravo per blog.. stupendo…. sei bravissima …faro’ notte tarda..
    saluti a presto

  7. valentina scrive:

    cercavo idee e le ho trovate, sei davvero fantasiosa. spero di potercela fare, non è proprio il mio campo…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓