Un celiaco a cena, e non solo…

• 16 dicembre 2010
Senza categoria6 Comments

Non partecipo ai contest quasi mai. Però se c’è una cosa che mi piace è cucinare cose “senza qualcosa”. Senza latticini, senza glutine, senza alimenti di origine animale, provare vie alternative, spesso salutari, per tutti. E questo contest mi piace.
Ho la fortuna di aver avuto un’amica celiaca, cuoca bravissima che ho tentato di avvelenare con orrendi panini senza glutine ma che fa delle cose, soprattutto dei dolci e ultimamente addirittura dei lievitati, spettacolari, è lei.
So che niente è indispensabile, basta avere voglia di provare vie nuove e informarsi.
Ho visto come può essere difficile al ristorante, dove addirittura può capitare che ti devi portare la pasta di mais da casa, ho visto l’ansia che ti viene quando non sai se hanno capito che è una cosa seria, come annusi lo zucchero a velo sulla torta, come ti illumini quando ti dicono che nel menù ci sono delle cose senza glutine, non fatte apposta per te, no, ci sono e basta, e le vorresti provare tutte.
Per questo contest non ho fatto niente di nuovo, anche perchè scade oggi e mi ero distratta, ho solo cercato nel blog e composto un menù invernale, da cena delle feste, tutto senza glutine ma anche con ricette vegane o senza latticini, per non farci mancare nessuna mancanza :-)

ANTIPASTI:
Vegan:
Palline riso, nori e umeboshi
Insalata di zucca, radicchio e salsa tahina
Con latticini:
Mousse ricotta, yogurt e porri
Frollini salati alle mandorle

PRIMI:
Senza latticini:
Riso integrale con gamberi speziati
Vegan:
Riso integrale all’arancia

SECONDO (senza latticini):
Curry di gamberi e salmone al latte di cocco

CONTORNI (vegan):
Cipolle marinate all’aceto di mele e menta
Carote con uvetta e pinoli

DOLCI:
Vegan:
Datteri ripieni
Gelatina di arance speziata
Senza latticini:
Torta al cacao
Dolcetti al cocco

Questo post partecipa al contest Un celiaco a cena.


6 Responses to Un celiaco a cena, e non solo…

  1. Felix scrive:

    Ed è proprio come tu bene descrivi…
    Grazie Stella per questo ricco post pieno di ricettine… di certo pian pianino le proverò tutte… intanto oggi ho seguito il tuo consiglio su come aggiungere l’alga kombu ai crackers di Sigrid e davvero son rimasta contentissima!

    Un bacione!

  2. stelladisale scrive:

    Buoni eh i crackers? :-) Bacioni buona serata

  3. Glu.fri scrive:

    Grazie grazie grazie….grazie per la sensibilitá, grazie per avere capito e grazie per queste ricette che faranno luccicare di felicitá tutti, celiaci e non….finalmente! Un abbraccio, Simonetta

  4. marcella scrive:

    A volte non si capisce la fortuna di poter mangiare tutto senza avere l’ansia di poter stare male sul serio!
    E anche chi problemi non ha, dovrebbe ogni tanto provare a cucinare qualcosa senza!

  5. Fedra scrive:

    Wow!!! ma quanto ci vuole a cucinare un menù ocsì? una giornata minimo! come stai? Ho letto tutto d’un fiato il libro del progetto Diana. Super!! E ho già sperimentato qualche ricetta, gnam gnam. Grazie della segnalazione!! :o ) Bacioni

  6. stelladisale scrive:

    Simonetta, grazie a te, mi spiace che sono arrivata proprio all’ultima ora, senza fare una cosa apposita…
    baci buone feste antintolleranze :-)

    marcella, si effettivamente, una gran fortuna poter scegliere, e ogni tanto ci farebbe bene a tutti rinunciare a un po’ di glutine e variare un po’ di più

    fedra, ciao, sto bene, bello eh il libro? si diciamo che è un menù delle feste :-) un bell’ultimo dell’anno tra amici, che magari si cucina tutti insieme…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓