Gelatina di ciliegie al cacao

• 6 giugno 2011
* dolci, ricette vegane11 Comments
 

Le ciliegie me le hanno regalate quando avevo appena fatto la marmellata di ciliegie e rabarbaro (venuta buonissima). E allora sono ripartita con lo snocciolamento e per cambiare le ho fatte così, da mangiare subito ma volendo si può anche invasare. E’ di un buono imbarazzante, è semplice e normale (nel senso che c’è lo zucchero, nessun dolcificante alternativo, zucchero scuro integrale di canna equosolidale bio).
Le dosi dovrebbero essere più o meno queste:

mezzo chilo di ciliegie circa (con nocciolo e picciolo)
100 gr di zucchero integrale di canna, equosolidale
2 cucchiai di liquore cedro-arancia fatto da me
un cucchiaino di polvere d’arancia

un cucchiaio di cacao equosolidale (il mio era alcenero)
mezzo cucchiaino di agar agar in polvere (il mio era rapunzel)

Ho messo nella pentola di ghisa i primi 4 ingredienti, le ciliegie lavate e poi denocciolate (i noccioli si lavano e si tengono per fare i cuscinetti termici). Ho cotto qualche minuto e lasciato riposare. Non ho messo in frigo, è passata una giornata intera, anche di più.
Poi ho rimesso sul fuoco ed ho cotto una mezz’oretta. Ho aggiunto il cacao e l’agar agar, mescolato bene (per fare in modo che l’agar agar si sciolga meglio non buttatelo tutto insieme, spargetelo col cucchiaino come se doveste salare, in questo modo basta una mescolata e si scioglie). Ho fatto bollicchiare ancora 5 minuti ed ho messo nei bicchieri.
Quando è freddo si mette in frigo e si lascia alcune ore a riposare, al momento di servire ho cosparso di altra polvere d’arancia che ultimamente metto ovunque ma l’arancione non è un colore bellissimo? :-)

Vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

11 Responses to Gelatina di ciliegie al cacao

  1. lelli scrive:

    Ho fatto anch’io la marmellata di ciliegie, ne avevo a secchi quest’anno,peccato non aver provato con il cacao..e ho obbligato tutti a mettere i noccioli un vasetto..poi i sacchetti si scaldano nel microwawe per i dolori o come si fa?
    Ciao!

  2. stelladisale scrive:

    ciao lelli, si può mettere anche nel forno normale e può essere usato anche freddo: http://www.stelladisale.it/2010/07/cuscini-coi-noccioli-di-ciliegia-o-coi-semi-di-lino/

  3. Elena scrive:

    ciao!il tuo blog mi piace sempre in ogni caso…ma quando posti queste ricettine semplici e creative….è una goduria :) ))unico dubbio lo snocciolamento delle ciliegie: hai qualche marchingegno particolare?

  4. stelladisale scrive:

    ciao elena, e io sono contenta che ti piaccia :-)
    si ho uno snocciolaciliegie, semplicissimo simile a questo: http://4.bp.blogspot.com/_zV01w7LMB-c/TD17cMyMXVI/AAAAAAAAAgY/5raoqNFlDJg/s1600/snocciolat.JPG

  5. Arianna scrive:

    Mmmm che bontà!!! E che fortuna avere uno snocciolacigliegie!!!

  6. stelladisale scrive:

    arianna, grazie

  7. Sara scrive:

    Cavolo Stella, magari avessi uno spacciatore di ciiegie!!!DEvo accontentarmi di quelle del super :(
    Eppoi…non so se riuscirò mai a farne delle marmellate, me le magnerei tutte!!!!:)
    Bacione

  8. stelladisale scrive:

    saretta, ecco a me non piace molto la frutta cruda, magari ne mangio alcune mentre le snocciolo niente più… baci :-)

  9. Sara scrive:

    Io ieri me ne sono mangiate mezzo kg, crude!…. ;p

  10. stelladisale scrive:

    :-D

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓