In battello sul lago d’Iseo prima parte

• 3 settembre 2011
- foto5 Comments

Ve lo dico subito, ho fatto tantissime foto e questa è solo la prima puntata, per cui se siete di quelli che odiano vedere le foto delle vacanze, primo: in vacanza non ci sono ancora andata e questo è solo un giro di qualche ora nei dintorni, secondo: siete fortunati perchè con un click vi liberate di me.
Siiiiiiiiii lo so che ho fatto già altri post del lago e di montisola, ma non avevo fatto tutto il giro del lago! Non ho mai fatto tutti i paesi, non ero stata nella parte nord! :-)
In realtà non l’ho fatto tutto il lago perchè non sono partita da sarnico. Mancano sarnico, predore, clusane, la parte bassa insomma. Sono partita da iseo e ho preso al volo il battello prima di quello che volevo prendere, così ho fatto un giro diverso più completo intorno a montisola (ma quant’è bella siviano? ci devo tornare a piedi). Poi a tavernola ho aspettato 10 minuti ed ho preso un altro battello, per lovere. A lovere mi sono fermata meno di un’ora per aspettare un altro battello ancora e tornare indietro, tutto qui, ma ho fatto centinaia di foto, nemmeno fossi stata via una settimana.
Può sembrare strano ma la parte nord del lago dal battello non l’avevo mai vista. Mai. Mai che io mi ricordi perlomeno e se non mi ricordo non conta. Voi direte, beh che c’è di strano? C’è di strano che ci sono cresciuta in quei posti lì, ecco cosa c’è di strano. Sono passata davanti alla casa che era dei miei nonni, nel paesino di mia mamma, ho costeggiato tutta la strada orrenda (del resto se si chiama orrido…) che ho fatto un sacco di volte col mal d’auto da piccola ed è bellissima, la parte più bella del lago. Sono arrivata col battello nel paese dove ho passato gran parte della mia adolescenza, dove ho fatto il liceo, dove in un enorme palazzone neoclassico sul lago ho studiato pianoforte per anni. Ho costeggiato l’enorme fabbrica che per me resterà sempre l’italsider di quando ero piccola e ci andavo a danza anche se nel frattempo ha cambiato nome due volte e sembra perfin bella, vista dal lago. Insomma mi guardavo in giro a bocca aperta perchè quei posti, da quella parte lì, non li avevo mai visti ed è come aver sempre visto solo il retro di qualcosa in un certo senso, arrivi dall’acqua e tutto è più bello.
Il tempo era leggermente nuvoloso, ma stare sull’acqua mi rilassa tantissimo ed è stato un giro fantastico, ci vorranno tre post, almeno, per farlo tutto, questa è la prima parte.
Partiamo da Iseo:

Il profilo di Montisola e davanti l’isoletta di San Paolo:

L’isola di San Paolo:

Verso nord, sullo sfondo Tavernola:

Verso sud, l’isola di San Paolo dall’altro lato, controluce:

Peschiera Maraglio a Montisola:




Sulzano sulla sponda bresciana:


Sale Marasino sempre sulla sponda est:

Carzano a Montisola e l’isola di Loreto in lontananza:



L’isola di Loreto:

Siviano sempre a Montisola:




E poi si passa sulla sponta bergamasca a Tavernola:



A Tavernola aspettiamo l’altro battello, per Lovere, nel prossimo post costeggeremo la sponda bergamasca verso nord.

5 Responses to In battello sul lago d’Iseo prima parte

  1. marcella scrive:

    Siamo alle solite!
    I posti vicino a noi, che gli stranieri ci invidiano, che abbiamo più a portata di mano, non andiamo a visitarli; in compenso andiamo all’estero a fotografare di tutto di più!
    A me le tue foto non stancano mai, e poi io il lago di Iseo, …ehm… ehm così, su due piedi… farei fatica a collocarlo sulla cartina muta!
    Continua, continua: chissà mai che un giorno possa farci un giretto e dire di riconoscere i posti perchè mi ricordo certe foto! :-)

  2. stelladisale scrive:

    marcella, ma guarda cosa mi tocca sentire! come sarebbe che faresti fatica a collocarlo, e sei di piacenza! sei vicinissima! :-) comunque grazie, non se li fila nessuno sti post figurati di sabato, ma ho fretta di pubblicare le altre puntate…

  3. marcella scrive:

    Eh, eh… vedi cosa succede a non frequentare i posti vicini? ;-)

  4. brii scrive:

    E pensare che ci sono passata da lago d’iseo un sacco di volte, l’ultima volta per andare in Valcamonica, fatto due passi su per di lì. siamo andati al rif. Torsoleto in Valle del Largone Paisco. Bellissimo!!
    Belle belle le tue foto. adesso vado vedere la seconda parte!
    baciusss
    brii

  5. stelladisale scrive:

    brii tu si che mi dai soddisfazione! :-)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓