Pollo ai funghi porcini

• 4 ottobre 2011
* piatti unici, * pollo, alimentazione9 Comments
 

Non ne posso più di foto dell’Elba :-)

Torniamo alla cucina. Domenica ho fatto il pollo ai funghi porcini nella pentola di pietra ollare. E’ venuto buonissimo, saporito al punto giusto, leggermente piccante e con un gusto intenso di funghi veri e pollo vero. Così buono non mi verrà più e allora ho cercato di ricordarmi cosa ci ho messo perchè l’avevo fatto un po’ a caso e ne ho anche fotografato un avanzo ieri sera con la luce artificiale, oltretutto.
La domenica non ho più voglia di fotografare, diciamoci la verità è una scocciatura.
Mia mamma è arrivata con la polenta appena fatta che col sughetto del pollo ci sta benissimo, anche se la temperatura non era molto autunnale.

Ho scaldato nella pentola olio extra vergine d’oliva, aglio a pezzettini, scalogno tritato grosso, alloro secco, rosmarino della mia pianta, peperoncino (della mia pianta, congelato a pezzettini). Ho aggiunto i pezzi di pollo e 3 funghi shiitake secchi precedentemente ammollati. Questo perchè volevo che la carne prendesse sapore e i funghi freschi han bisogno di cotture veloci, si possono usare dei porcini secchi, il sapore degli shiitake è molto diverso ma fanno molto bene ad un sacco di cose e poi li avevo lì da un pezzo.Ho salato e lasciato cuocere a fuoco basso col diffusore per un’ora e mezza, più o meno.

Nel frattempo ho cotto i funghi porcini, che avevo congelato a fette solo pochi giorni prima e poi scongelati in frigo, nel wok a fuoco vivo con olio extra vergine d’oliva, aiwan (sono semi di levistico, richiamano lontanamente l’origano), sale e curcuma. Solo un paio di minuti.

Li ho aggiunti al pollo che in cottura aveva fatto il suo sughetto, ho lasciato amalgamare il tutto un minuto e ho spento mezz’oretta prima di mangiare, la pentola rimane calda tantissimo.

Il pollo è un pollo biologico che avevo prenotato mesi fa in una azienda di Brescia, questa. Buonissimo.
Mangio pochissima carne (in un anno un paio di polli e qualche salume se capita di essere in giro da qualche parte e te lo trovi nel piatto, non di più) e quella poca deve essere di un certo tipo, l’anno scorso a natale m’era venuta stranamente voglia di pollo ma mica lo posso comprare al supermercato, e ovviamente non c’era (ovviamente per modo di dire perchè io mica lo sapevo che i veri polli biologici hanno una stagionalità) li ho ordinati per maggio, che poi a maggio m’era pure passata un po’ la voglia ma insomma funziona così. Poi ne ho prenotati un altro paio per settembre.

I funghi porcini appena raccolti me li ha regalati la mia amica Carla ed erano buonissimi.

La pentola ha il suo merito pure lei perchè per le cotture lunghe la pietra ollare è perfetta. La uso poco perchè è grande e uso più spesso quella di ghisa ma è davvero perfetta, assolutamente antiaderente (per cui si possono usare pochi grassi) e pure velocissima da pulire.

PS1 – E’ la settimana vegetariana mondiale 2011, dall’1 al 7 ottobre. Lo so che ho appena pubblicato del pollo, in 4 anni ho pubblicato tre ricette di carne e quando la pubblico una? Nella settimana vegetariana mondiale! Io comunque sono davvero convinta che la carne dovremmo se non eliminarla perlomeno ridurla moltissimo e soprattutto controllare da dove viene, come vengono allevati gli animali, informarci. Oltretutto se ne mangiamo pochissima rispiarmeremo soldi che potremo spendere più tranquillamente per la qualità, anche etica, è un mio pallino, si sa.

PS2 – Un’altro mio pallino. Ottobre è il mese della prevenzione del cancro al seno. Io sono convinta che la prevenzione dei tumori e altre malattie gravi passi ineluttabilmente dall’alimentazione, non perchè me lo sia sognato ma perchè lo dicono i medici che se ne occupano. Chi conosce la Cascina rosa di Milano lo sa, da anni all’Istituto dei Tumori col Progetto Diana sperimentano nelle donne operate al seno una alimentazione di tipo naturale (molto simile alla macrobiotica), con un netto calo delle recidive. Sperimentano anche su donne sane a rischio e su donne in menopausa. Ormai si ha la certezza che l’alimentazione è strettamente collegata alla possibilità di ammalarsi, esistono alimenti che ci rendono più vulnerabili ed alimenti che ci proteggono. Tra i vari fattori di rischio oltretutto questo è l’unico che possiamo controllare, modificare, perchè non farlo?
L’anno scorso con mio grande sconcerto si sono diffusi sui blog post rosa dedicati a questa iniziativa pieni di ricette “cancerogene”, il discorso era più o meno questo: “andiamo a farci la mammografia poi torniamo a casa e coccoliamoci con un dolcetto rosa, magari un muffin pieno di glassa, fatto con zucchero bianco, burro, uova, magari usiamo pure un colorante sintetico”. Posso dire che l’ho trovato insopportabile? Nonostante fossero tutti blog di cucina non ho visto nessuno parlare di alimentazione o fare un post con una ricetta con ingredienti “anticancro”. Speriamo che quest’anno vada meglio, anche se ci credo poco, su centinaia e centinaia di food blogger ce ne sono forse una decina che sembrano essere interessati alla stretta correlazione tra cibo e salute e che almeno ogni tanto ne parlano.
Per cui lancio un appello ai food blogger: in questo mese di ottobre perchè non pubblichiamo solo ricette che escludano alimenti nocivi e includano alimenti benefici? I primi sono: carne rossa, grassi animali, salumi, cereali e farine raffinate (pane pasta ecc…), zucchero, alcool. I secondi sono: cereali integrali e farine integrali, semi e frutta secca, pesce, legumi, frutta e verdura, olio extra vergine d’oliva. E’ una semplificazione (io ci aggiungerei tutti i prodotti industriali che contengono additivi di vario tipo), l’ho presa da qui, è un .pdf, pagina 30 e 32.

Ingredienti principali: , ,

9 Responses to Pollo ai funghi porcini

  1. Sara scrive:

    Ebbrava Stella!Che piattod a re hai realizzato…ed un grande applauso anche per i due PS.
    Ke foto dell’Elba non le commnetavo più perchè avevo le lacrime agli occhi!!!!

  2. stelladisale scrive:

    saretta, io lo so che tu ci sei sempre, baci :-)

  3. simoff scrive:

    ottima questa ricetta del pollo e funghi porcini con curcuma….anche io ho imparato a metterla ogni volta che posso nei cibi per le sue proprietà…
    mi sono segnata il pdf…:-) un abbraccio

  4. Baol scrive:

    Bello…e sempre pure molto buono!!!

  5. stelladisale scrive:

    simoff, si la curcuma non la si sente molto ma da un bel colore giallo e poi fa bene

    grazie baol

  6. lelli scrive:

    Di blogger attenti all’alimentazione almeno qualcuno c’è ne’, ma la tv!la guardo pochissimo ma mi devertono le trasmissioni di cucina di qualche canale che non nomino, ma c’è ne una che è veramente terrificante!Le ricette,gli ingredienti e la loro scarsa qualità, mamma mia, e quanto successo ha anche la conduttrice con i suoi libri,trent’anni fa avrei anche capito ma ora con tutto quel che se ne parla di alimentazione,boh..

  7. stelladisale scrive:

    ciao lelli, di blogger attenti all’alimentazione nel senso che fanno una cucina naturale e salutare, senza carne zucchero latticini, con prodotti bio non industriali, ecc… ce n’è forse 4 o 5, direi l’1 per cento, a occhio… poi ce n’è che sono attenti alla qualità degli alimenti e quelli sono tantissimi, la maggior parte, ma quello è un altro discorso… se parli della parodi non sa niente di cucina, si sa, ha successo proprio per quello, la gente si identifica e si sente meno in colpa se da da mangiare schifezze alla famiglia per far prima, non mi stupisce comunque, anche perchè non sono daccordo, di alimentazione sana si parla pochissimo, e mai in televisione, comunque non tanto quanto di alimentazione non sana, per non parlare della pubblicità, trovo che rispetto a 30 anni fa la situazione sia molto peggiorata, si mangiava più sano allora… e la gente è ignorantissima, te l’assicuro, c’è ancora gente che pensa che per il calcio bisogna mangiare i formaggi e per il ferro la carne, per dire, o che pensa che il cervello ha bisogno di zucchero, bestialità che ha imparato dalla pubblicità…

  8. gunther scrive:

    PS2 complimenti per la schiettezza come sempre, avevo anche io notato questa iniziativa del cancro… è che manca la consapevolezza che comprendi solo quando un problema ti tocca da vicino o qualcuno che conosci

  9. stelladisale scrive:

    gunther, si è vero, si tende a volerci pensare poco

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓