Tartufi di miglio e ceci con sugo di pomodoro fresco

 
 

Il miglio è buonissimo fa benissimo e si cucina semplicemente come il cous cous precvotto, cioè ad assorbimento. Solo bisogna cuocerlo almeno un quarto d’ora. Come il cous cous si può usare per ricette dolci e salate e si presta a tantissime preparazioni, dall’insalata fredda alle polpettine agli sformati. Ha anche la stessa consistenza e misura e lo si può tostare prima di aggiungerci l’acqua bollente per renderlo più buono.
I fiocchi di ceci sono comodissimi per aggiungere un po’ di legumi nei pasti quotidiani senza sforzo, ci sono anche di azuki e di piselli, cuociono in pochi minuti.
Li ho chiamati tartufi perchè richiamano nella forma, no? Così irregolari. Fatti al volo un giorno a pranzo, buonissimi.

una tazza di miglio
mezza tazza di fiocchi di ceci
3 tazze di acqua (più o meno)
1 cucchiaio di tahin
1 cucchiaino di salsa di soia

pomodorini
olio evo
aglio
zenzero
origano secco
sale

tutti gli ingredienti che ho usato sono biologici

La sera prima ho cotto il miglio con i fiocchi di ceci, la quantità di acqua è indicativa, comunque deve essere assorbita tutta, se si asciuga troppo prima di essere cotto aggiungete acqua bollente, se rimane troppa acqua alzate il fuoco per farla assorbire oppure toglietela e bevetevela.
In un pentolino portate a bollore l’acqua e buttate il miglio e i ceci in fiocchi, abbassate la fiamma e cuocere fino ad assorbimento e a cottura.

Raffreddandosi si compatta (è il motivo per cui il miglio è perfetto per sformati e polpette, “sta insieme” da solo), il giorno dopo l’ho sgranato con la forchetta e ho aggiunto un cucchiaio di tahin e un cucchiaino di salsa di soia.
Ho fatto dei mucchietti in una teglia (è troppo morbido per formare delle palline, basta fare dei mucchietti) e ho cotto a 180 gradi fino a doratura, si forma la crosticina all’esterno e all’interno rimane morbido.

Il sugo è un normalissimo sughetto di pomodoro fatto il giorno prima per la pasta: olio, aglio e zenzero grattugiati, pomodorini tagliati a metà, origano secco, sale, cotto lentamente coperto per 10/15 minuti.
Il sughetto si può sostituire con qualunque altro sugo di verdure o salsina che si farebbe per la pasta, anche un pesto.

C’è anche il PDF!

Ingredienti principali: , , ,

13 Responses to Tartufi di miglio e ceci con sugo di pomodoro fresco

  1. roberta cobrizo scrive:

    mi piacciono, Stella! ;-)

  2. Giò scrive:

    il miglio è uno dei miei cereali preferiti! ma i fiocchi di ceci li trovo al Naturasì?

  3. stelladisale scrive:

    roberta, non avevo dubbi ;-)

    giò, si finestra sul cielo cucina veloce, se non li trovi c’è sempre tibiona…

  4. Sara scrive:

    Io ho quelli di adzuki e piselli, che bella ricetta!
    Buona Pasqua!!!!
    bacione
    Sara

  5. stelladisale scrive:

    buona pasqua saretta! :-)

  6. Attars scrive:

    Mentre leggo la ricetta ho davanti una bella zuppa di miglio!!!La prossima volta che toccherà al miglio queste crocchette potrebbero essere un’alternativa!
    In questi giorni mi sono cimentata anche nel budino di miglio, che buono!!!
    Alla fine hai deciso di non mettere più i prezzi dei diversi ingredienti?
    ciao
    attars

  7. Marianna scrive:

    oh, i fiocchi di ceci, le scovi tutte tu Stella ;-) sono furbissimi, segno sulla lista della spesa. che bella ricetta, quel sughetto con i pomodorini secondo me calza a pennello, mi piace un sacco!
    buona pasqua :-)

  8. stelladisale scrive:

    attars, si il miglio è adattissimo per i budini, non ho accantonato l’idea dei prezzi, solo non è facilissimo calcolare a volte…

    marianna, buona pasqua, i fiocchi di legumi è tanto che li uso sono comodissimi, il sughetto ci sta bene perchè sono un po’ dolci e fa contrasto…

  9. Elena scrive:

    Nuova e buona idea, soprattutto quella dei fiocchi…quelli da autoprodurre sono un po’ complicati senza una fioccatrice….meglio procurarseli già pronti!! grazie

  10. lauretta scrive:

    mi attira assai il sughetto :)
    è da provare questo abbinamento pomodoro/zenzero!
    buona pasqua stella!

  11. stelladisale scrive:

    lauretta, buona pasqua! :-)
    lo zenzero lo metto in qualunque sugo faccio ormai, aglio e zenzero, grattati con la grattugina di ceramica

  12. lauretta scrive:

    grattugina che ho comprato proprio la scorsa settimana!
    :)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓