Le acque di Monasterolo

• 14 maggio 2012
- foto, alimentazione9 Comments

A volte non ci pensiamo ma l’acqua è spesso l’ingrediente principale di quello che cuciniamo, e la nostra bevanda fondamentale. Sarebbe importante sceglierla bene, oltre a pensare all’ambiente evitando le acque in bottiglia (soprattutto se di plastica) dovremmo controllare di bere un’acqua che ci faccia bene, perchè esistono tanti tipi di acqua.
Sarebbe nostro diritto avere un’acqua buona dal rubinetto, e molti di noi ce l’hanno. Ma spesso è calcarea o puzza di cloro. Alcuni anni fa ho messo il depuratore a osmosi inversa in cucina e da allora qualunque cosa cucino uso acqua depurata, però il sapore non è buonissimo, buono si, molto meglio dell’acqua dell rubinetto non depurata, ma io sono un po’ pignola e non è certo acqua di fonte, fa lunghi giri in tubature che non si sa in che condizioni siano. Diciamo che è un buon compromesso.

La verità è che dopo aver assaggiato l’acqua delle sorgenti di Monasterolo (Lago di Endine), a due passi dal boschetto pieno di aglio orsino, qualunque altra acqua ti sembra mediocre.
E’ andata a finire che mi son comprata 6 bottiglie di vetro col cestino e prendo l’acqua da bere tutte le settimane.

Le sorgenti, vicinissime l’una all’altra, sono 3. C’è un cartello che ne descrive le caratteristiche.
La prima, quella col rubinetto in un cubo di cemento, si chiama Adamantina, è poco mineralizzata e contiene idrogeno solforato che le da un leggerissimo odore di uova marce che io sinceramente non ho avvertito. L’idrogeno solforato in realtà sembra sia un veleno, per cui immagino le quantità siano minime, io comunque non la berrei troppo, per precauzione.
La seconda, quella con la “vasca” fatta dal tronco di un albero, Gemma, è la mia preferita, ha un sapore buonissimo dolce ed è minerale solfato-bicarbonato-calcico-magnesiaca. Un’acqua simile viene utilizzata in molte terme, per esempio San Pellegrino. L’acqua bicarbonata è indicata per acidità di stomaco e patologie renali, tampona l’acido lattico per cui è adatta agli sportivi. L’acqua calcica aiuta a prevenire ostoporosi e ipertensione. L’acqua magnesica è leggermente purgativa ma previene anche l’aterosclerosi perchè favorisce la dilatazione delle arterie. L’acqua solfata è leggermente lassativa e favorisce l’escrezione del calcio, per cui non è indicata in periodo di crescita e post menopausale. Tutto sommato comunque mi sembra un’acqua equilibrata.
La terza, quella col tubo arancione, Smeraldina, è mediamente minerale, bicarbonata alcalino-terrosa e ricca di ferro. Adatta quindi a chi soffre di anemia da ferro ma non è da trascurare neppure il fatto che sia alcalina, visto che tendiamo ad assumere troppi alimenti acidi.













E ricordiamoci di SALUTIAMOCI.

9 Responses to Le acque di Monasterolo

  1. chiarina-ina scrive:

    Che luogo meraviglioso…piacerebbe anche a me assaggiare quest’acqua…

  2. stelladisale scrive:

    si, è un posto tranquillo soprattutto i giorni feriali

  3. marcella scrive:

    No, vabbè, non vale!
    L’aglio ursino, l’acqua di fonte, la pace, un verde meraviglioso… vengo anch’io!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. stelladisale scrive:

    e vieni! :-) te l’ho detto anche l’altra volta, adesso ormai è tardi per l’aglio orsino, comunque è un bel posto per un picnic…

  5. Cat scrive:

    Ciao Stella, mi sono fatta un giretto in Internet per raccogliere qualche informazione su Monasterolo e il lago di Endine, visto che non li conoscevo. Se dovessi fare una gita da quelle parti, non mancherò di riempire qualche bottiglia alle sorgenti. Quello che mi ha lasciato più sorpresa, è la presenza di tre tipi di “acque” diverse tra cui scegliere. Buona giornata, Cat

  6. stelladisale scrive:

    si, è strano, oltretutto vicinissime tra loro e diverse come composizione, nel blog trovi parecchi altri post con delle foto, è un laghetto carino :-)

  7. simoff scrive:

    sarai pignola…ma sei premiata..hai il lago vicino con questa scelta di acque buonissime!

  8. stelladisale scrive:

    simoff, si, c’è pieno di sorgenti nelle valli…

  9. CoCò scrive:

    Ciao cara è una vita che non passavo da qui, oggi mi sei venuta in mente ed ho fatto un giretto nel tuo blog, un abbraccio

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓