Polpette amare

Niente preamboli che se comincio scrivo una valanga di lamentele e non finisco più.
Ma certo son tempi da “polpette amare”, questo è sicuro ;-)
Il nome comunque deriva dall’erba che ci ho messo, l’erba san pietro detta anche erba amara.
In provincia di mantova c’è un paese dove fanno i tortelli amari, con quest’erba. Ce l’ho in un vaso, la vedete nel post precedente.

Ho provato una ricetta che avevo visto qui.
Quinoa e lenticchie rosse cotte insieme e poi condite e aggiunte eventualmente a verdure varie e gratinate.
Semplice semplice. Veloce (mezz’ora di cottura che per essere legumi e “cereali” è poco).
Secondo me la cosa che rende davvero buona questa ricetta è il succo di limone. Il contrasto tra l’acidità del limone e la dolcezza delle lenticchie e della quinoa.
L’ho fatta semplicissima per pranzo e quella avanzata l’ho fatta a polpettine (queste dosi sono molto abbondanti).

polpette_quinoa_lenticchie

(Tutti gli ingredienti che ho usato sono biologici tranne l’erba san pietro)

RICETTA BASE
280 gr di quinoa
120 gr di lenticchie rosse
1 spicchio d’aglio
1 chiodo di garofano

Pesare la quinoa e le lenticchie e metterle a freddo in acqua, il doppio del volume, con uno spicchio di aglio in cui avete infilato il chiodo di garofano (se riuscite a trovarlo toglietelo dopo la cottura, l’aglio si sarà sciolto ma il chiodo di garofano è meglio evitare di trovarselo tra i denti).
Cuocere a fuoco basso per 20 minuti e poi lasciare riposare 5/10 minuti. L’acqua sarà stata assorbita tutta.

VARIANTE 1 – SEMPLICE
quinoa e lenticchie ancora calde cotte come da ricetta base
succo di mezzo limone
olio e.v.o.
salsa di soia

Aggiungere alle lenticchie e alla quinoa ancora calde succo di limone, olio e.v.o. e salsa di soia.

VARIANTE 2 – POLPETTE
olio e.v.o.
erba cipollina e fiori
erba san pietro (o altra erba)
sale integrale
quinoa e lenticchie cotte come da ricetta base
pane grattugiato

yogurt intero
succo di limone
erba cipollina
salsa di soia

Con tutto il “pappone” rimasto ho fatto le polpette. Delle polpette semplicissime fatte al forno con quello che ho trovato nei vasi del terrazzo perchè era lunedì e la verdura vado a prenderla il martedì (in un nuovo posto che ho trovato, sempre vendita diretta).
Invece dell’erba san pietro si può usare altro tipo di verdura (erbette, spinaci, quello che si vuole) e invece dell’erba cipollina cipolla o scalogno.

Ho scaldato un filo d’olio in padella, aggiunto l’erba cipollina tagliuzzata, i fiori e l’erba san pietro tagliata a striscioline, ho salato, aggiunto un filo d’acqua e cotto una decina di minuti.
Poi ho aggiunto la quinoa e le lenticchie cotte, a fuoco spento ho amalgamato il tutto e ho aggiunto anche il pane grattugiato impastando con le mani.
Ho formato le palline, le ho messe in forno con un cucchiaino di olio su ciascuna e ho cotto fino a leggera doratura.

Le ho mangiate calde con la salsina di yogurt, cioè yogurt mischiato con il succo di limone, la salsa di soia e l’erba cipollina cruda.

C’è anche il PDF!

_____________________________________________________

Ingredienti principali: , ,

9 Responses to Polpette amare

  1. letissia scrive:

    Anche se amare, saranno di un buono… le voglio tutte e tre ;) E poi concordo sull’abbinamento limone – lenticchie che ho sperimentato, è davvero ottimo! Ciao Stella!

  2. Not Only Sugar scrive:

    La seconda variante m’ispira proprio!!!

    Not Only Sugar

  3. lauretta scrive:

    dunque, dunque…
    prima cosa farò sicuramente la ricettina quinoa e lenticchie (ometto il chiodo di garofano che proprio detesto) che mi par veloce (e di questi tempi dove tutto corre è l’ideale)
    poi ti volevo dire che il condimento a base di yogurt per me è un must! io faccio yogurt bianco di soia, un poco di senape, salsa di soia ed erba cipollina. da leccarsi baffi e baffetti! ;)

  4. Nichi62 scrive:

    Le ho preparate ieri sera seguendo tutte le tue indicazioni….. buonissime ! Sono state apprezzate da tutta la famiglia . Ho usato come erba amara delle biete di provenienza biologica. Veramente buone e non troppo impegnative come esecuzione. Grazie per questa gustosa ricetta!

Rispondi a letissia Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓