Torta "semidolce" ai peperoni

• 9 agosto 2007
* torte salate, ricette veganeNo Comments

Sarebbe una torta salata, ma i peperoni sono cotti con aceto balsamico e zucchero e quindi il gusto è leggermente dolce, ma cominciamo dall’inizio:
ho arrostito in forno 2 peperoni rossi e li ho pelati, ho sbollentato 2 pomodori da sugo e li ho pelati, ho tagliato a listarelle i peperoni e a pezzetti i pomodori.
Ho soffritto leggermente con olio in padella uno spicchio d’aglio, ho aggiunto peperoni e pomodori, 1 cucchiaio di aceto balsamico di modena (ce ne va meno se è un’aceto balsamico tradizionale invecchiato a lungo e dal sapore più marcato) e un cucchiaio di zucchero di canna, ho tolto l’aglio, aggiustato di sale e pepe, cotto un paio di minuti.

La pasta è più o meno quella dello strudel, cioè:

100 gr. di farina 00
2 cucchiai di olio d’oliva
1 pizzico di bicarbonato
1 pizzico di sale
vino bianco q.b. per impastare

Si impastano tutti gli ingredienti velocemente e si mette in frigo per mezz’oretta.

Poi si stende col mattarello in due dischi sottili (devono essere trasparenti) e si riempie con il ripieno di peperoni, facendo un cordoncino tutt’intorno.
Si pennella con succo di mela limpido e si sparge un po’ di zucchero di canna.
Si cuoce in forno caldo a 180 gradi fino a quando non è leggermente dorata in superficie.

Pur non essendo vegan (al momento ho eliminato completamente dalla mia dieta solo i mammiferi, e ridotto tantissimo qualsiasi cosa di origine animale) mi sta venendo una vera mania per le ricette vegan e macrobiotiche, soprattutto i dolci, che in generale non amo molto quando contengono molti grassi come panna e burro, e molte uova.
Questo per avvertirvi di cosa troverete se tornate da queste parti :-) .

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓