Insalata di zucca radicchio e salsa tahina

• 29 settembre 2010
* piatti unici, * verdure, ricette vegane19 Comments
 

E finalmente una ricetta, che non è una ricetta, non faccio neppure il pdf perchè è una semplicissima insalata, ma è la più buona insalata mai mangiata, ne avevo fatta una simile mesi fa copiata da kia ma questa mi è piaciuta di più.
E’ un’insalata autunnale. Adesso è ora di mangiare la zucca, per preparare l’organismo al cambio di stagione.
Questa è la butternut, buonissima e si mangia anche la buccia, è quella a forma di pera arancione dentro e beige-rosato fuori ma se mettete in google il nome potete vedere anche le foto.

ZUCCA AL FORNO
mezza zucca butternut
olio extra vergine d’oliva
pepe misto

SALSA TAHINA
due cucchiaini di tahin
un cucchiaino di purea di prugna umeboshi
acqua

RADICCHIO ROSSO
SEMI DI GIRASOLE
MENTA FRESCA

* tutti gli ingredienti che ho usato erano biologici, tranne l’acqua che è del rubinetto col depuratore ;-)

Prima si prepara la zucca al forno, si lava la zucca bene e la si taglia a fettine sottili (pochi millimetri) buccia compresa, la si mette su carta forno sulla placca del forno, si versa a filo l’olio d’oliva extra vergine e ci si macina sopra il pepe, si può anche cuocere senza niente e condire dopo, per fare una cosa più dietetica, ma io non ho fatto una cosa dietetica. Si cuoce fino a quando fa la crosticina, a 180 gradi.

Nel frattempo si taglia il radicchio rosso a striscioline e si prepara la salsa, si mischiano due cucchiaini di tahin (praticamente sesamo ridotto in crema) con un cucchiaino di purea di umeboshi, poi si aggiunge a poco a poco acqua, sempre mescolando, prenderà un colore più chiaro e si addenserà un po’, allungatela ancora fina alla consistenza giusta, per l’insalata è meglio più liquida, mentre se la volete spalmare è meglio più densa, anche le proporzioni ume/tahin variano secondo i gusti, se la volete più dolce mettete più tahin, se la volete più acida più ume. Questa salsina è buonissima anche per fare la finta insalata russa, cioè per condire verdure cotte al vapore tagliate a dadini piccoli.
Si condisce bene il radicchio con la salsa, si aggiungono la zucca tiepida, i semi di girasole, la menta fresca appena raccolta e se c’è rimasto un po’ di olio di cottura della zucca si aggiunge anche quello. E’ tutto.

Questa ricetta partecipa a SALUTIAMOCI di novembre 2012, ospitato da Dealma di La via Macrobiotica, protagonista la ZUCCA.

Ingredienti principali: , , ,

19 Responses to Insalata di zucca radicchio e salsa tahina

  1. Fedra scrive:

    wow!! io adoro la zucca!!! bellissima ricetta e davvero sembra molto semplice… perfetta per questo periodo!! :o ) tu stai bene? se ne hai voglia e tempo dalla metà di ottobre (dal 10 al 15 son via) a quando vuoi tu potremmo fare quel famoso pranzettino che abbiamo rinviato in agosto. bacioni

  2. stelladisale scrive:

    fedra, ciao, si io sto bene tu come stai, e zoe sta bene? la porti già in vacanza? :-)
    per me va bene fammi sapere che ci accordiamo, bacioni :-)

  3. saretta scrive:

    Ma guarda un po’…io ho mangiato lo stesso abbinamento come contorno di tofu e riso.Il tocco di umeboshi, per me sottoforma di acidulato sta da dio con la zucca!
    bacione
    PS:la bioexpress mi sta facendo un po’ girare i cabasisi ultimamente…molti prodotti mi arrivano mezzi appassiti o marci,argh!

  4. stelladisale scrive:

    ciao saretta, e tu manda una mail e disdici! a me non è mai successo arriva sempre tutto fresco, sarà gestita male la distribuzione su milano, ma a milano chissà quante altre possibilità ci sono, gas, mercati, orti urbani…

  5. Sorriso scrive:

    Sembra molto sfiziosa. Non sapevo che vi fosse un genere di zucca da mangiare anche con la buccia, una vera novità!!
    Ciao e buona giornata.

  6. Felix scrive:

    Mi piace tantissimo questa insalata! E soprattutto ho imparato che la butternut (ne ho proprio una bella e biologica nel cesto) si mangia anche con la buccia!
    Grazie mille!

  7. stelladisale scrive:

    sorriso, si mi arriva nella biocesta non so se si trova in giro, baci

    felix, provala dai che è buonissima, poi mi dici :-)
    grazie a te

  8. marcella scrive:

    Ecco, io faccio solo la parte zucca al forno (rigorosamente con buccia, e io uso la zucca chiamata qui bertina, insomma, la zucca di cenerentola!) ma non avevo mai pensato di abbinarla al radicchio!
    E pi adoro il tahin e la pure di umeboschi!
    Brava Stella!

  9. cat scrive:

    ecco, sull’umeboshi devo ammettere di avere forti pregiudizi – ho ancora il ricordo della pelle d’oca causata da una prugnolina salata incautamente scambiata per un dolcetto!
    Però se lo dici tu, che con la zucca ci sta bene, mi fido.

    Ciao Stella e provare a preparare delle umeboshi con il prugnolo nostrano come ti piglia? dai,proviamo?

    saluti golosi, cat

  10. stelladisale scrive:

    marcella, quella salsina lì è d’un buono! la sorpresa è stata la menta, l’avevo messa solo per bellezza e invece fa un contrasto strepitoso con la zucca

    cat, ma guarda chi c’è bentornato tra noi eh ci voleva la vendemmia, no la prugna umeboshi mangiata da sola è troppo acida, va bene solo se si sta male ma con la tahin è buonissima, provala la salsina, dai… comunque credo che la prugna umeboshi sia una albicocca in realtà e che il procedimento tradizionale per farla fermentare sia un po’ lungo per cui io lo lascerei fare ai giapponesi ;-)

  11. Fedra scrive:

    Ottimo, allora quando torniamo ti chiamo e ci accordiamo. io sto bene, grazie…sono solo un po’ stanca perchè Zoe mangia tanto e dorme poco… mi faccio grandi passeggiate con la carrozzina per farla dormire (funziona). Alemno mi tengo in forma, sì, ma non riesco a dormire quando riposa anche lei. Cque la piccola sta benone, ormai pesa quasi 5 chili…(a 1 mese e 1 settimana, praticamente è un piccolo budda!). ma potrai constatare coi tuoi occhi quanto è ciccina! :o )
    un bacio grande, a presto!!!

  12. FrancescaV scrive:

    un’altra delle tue ricette irresistibilmente facili che mettono subito voglia di provarla, con quella salsina uhmmm :-)

  13. rossella scrive:

    Un caro saluto ! Mi sto facendo un po’ di cultura salutista nel tuo blog. Proverò questa ricetta ! Ciao !!!

  14. stelladisale scrive:

    fedra, ok, baci a presto

    francesca, rossella, grazie :-)

  15. gloria scrive:

    Mi ispira la zucca in insalata! pero’ ho una domanda…posso sostituire con qualcos’altro la purea di umeboshi? non ce l’ho e temo di faticare a procurarmela…

  16. stelladisale scrive:

    gloria, se non trovi la purea di ume puoi fare una salsina con tahin, olio d’oliva, aceto di mele o di riso, salsa di soia o sale…

  17. Valentina scrive:

    Ciao Stella, sono capitata per caso nel tuo blog…
    Qui è un paradisooooo!!! La passione che hai per la cucina la trasmetti anche attraverso il web, sei davvero brava. Ma dimmi una cosa, dove riesci a trovare tutti questi alimenti etnici? Io son di Padova e tranne qualche rara cosa, qui non si trova nulla :-(

  18. stelladisale scrive:

    ciao valentina, grazie :-)
    al naturasi le prendo le robe strane bio, a padova ce ne sono tre:
    http://www.naturasi.eu/nqcontent.cfm?a_id=977&codprovincia=Padova

  19. Valentina scrive:

    Ye ye ye!! :-D
    Uno è a pochi km da casa mia!!
    Grazie Stella!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓