Pane semintegrale senza impasto all’orzo cotto

• 14 giugno 2012
* pane, ricette vegane, salutiamoci14 Comments
 
 

E poi, sempre con quella padellata di orzo decorticato cotto, ci ho fatto anche il pane.
Non ne ho messo molto perchè non sapevo come sarebbe stato ma la prossima volta vorrei metterne di più e provare altri cereali.
Il pane è quello che faccio tutte le settimane ultimamente, senza impasto ma con una percentuale di pasta madre elevata, quasi integrale e con l’olio. E’ velocissimo da fare e non diventa subito stantio come quello classico senza impasto col 10% di pasta madre. Anche questo comunque è buono appena fatto, ancora caldo.
Ci ho messo anche l’uvetta, per compensare l’eventuale amaro dell’orzo che però essendo poco non si sente.

250 gr pasta madre rinfrestata la sera prima e lasciata tutta notte a temperatura ambiente
300 gr farina tipo 2
300 gr farina integrale
4 cucchiai di orzo decorticato
cotto ad assorbimento
4 cucchiai di olio e.v.o.
2 cucchiai di uvetta
un cucchiaino di sale

tutti gli ingredienti che ho usato sono biologici

Ho unito tutti gli ingredienti e aggiunto circa 350 ml di acqua, comunque fino ad avere un impasto molle e leggermente appiccicoso.
Non va impastato ma solo mischiati gli ingredienti tra loro. Ho lasciato a lievitare qualche ora (se c’è molto caldo bastano 3 ore), poi ho fatto 3 giri di pieghe e ho lasciato in un canovaccio infarinato altre 2 ore.
Ho tagliato in 3 parti senza schiacciarlo e messo sulla placca del forno i tre filoncini su carta forno. Ho cotto alla massima temperatura per 15/20 minuti circa.

Questa ricetta partecipa al contest “Salutiamoci”, questo mese ospitato da Lo.

C’è anche il PDF!

Ingredienti principali: ,

14 Responses to Pane semintegrale senza impasto all’orzo cotto

  1. barbara scrive:

    Hai messo l’uvetta nell’impasto? Mi piace.

  2. Sara scrive:

    Marò che buono dev’essere!!!!

  3. lauretta scrive:

    io ormai faccio sempre il pane così, tutte le settimane grazie a te e alla tua pasta madre :)
    e sperimento nuove farine, semini e aromi vari!

  4. stelladisale scrive:

    barbara, si, lo faccio spesso il pane con l’uvetta, non dolce, solo con l’uvetta

    saretta, si, era buono ;-)

    lauretta, sono contenta che la pm stia bene, vero che è un metodo comodissimo? :-)

  5. Lo scrive:

    Stella sono senza parole…è bellissimo :)

  6. marcella scrive:

    Arggggggggggggg!
    Mi sta morendo anche la pasta madre che mi hanno dato Paoletta ed Adriano al corso!
    E pensare che quando l’ho presa profumava di champagne… non c’è niente da fare: sono ufficialmente “infanticida”! ;-)
    Il tuo pane è uno schianto!

  7. stelladisale scrive:

    Lo, grazie! :-)

    marcella, ah già che hai fatto il corso, dai dai raccontami tutto, anche in email eh… la pm magari bastano un po’ di rinfreschi ravvicinati e si riprende

  8. marcella scrive:

    Guarda, ho un da fare con ‘sta pasta madre! Mai curato così nessuno: ho fatto il bagnetto al “bimbo”, ed ha perso l’acidità. Speriamo!
    Il corso? Fantastico! Loro sono insegnanti bravissimi, spiegano in modo chiaro e ti correggono se non fai bene. Adriano è una enciclopedia vivente, disponibilissimo, e Paoletta è di una chiarezza e minuziosità nelle spiegazioni, che a volte lascia senza parole.
    Merita veramente fare un corso con loro. Tra l’altro, ho imparato come usare in modo corretto la mia impastatrice, ed ho capito gli errori che facevo, e per me è stato un bel passo avanti.
    Adesso, ehm, come corso di recupero, mi sono iscritta ad un loro altro corso. Repetita iuvant!

  9. Dajana scrive:

    Mi piace molto questo pane. Un’altra idea per usare la pasta madre che proverò sicuramente.

  10. stelladisale scrive:

    Grazie Dajana, se lo provi fammi sapere

  11. Maria Luisa scrive:

    sembra veramente ottimo. Parteciperò di certo alla vostra raccolta. Ormai per giugno non ce la faccio… vi ho appena scoperti. E questa raccolta mi piace molto. A presto

  12. stelladisale scrive:

    Grazie Maria Luisa, ti aspettiamo con le zucchine allora

  13. Impastatrice scrive:

    Ciao,
    ho seguito la ricetta e devo dire che il risultato è stato molto buono. La prossima volta devo solo accorciare leggermente il tempo di cottura (a 15 minuti).
    Grazie
    Sara

  14. stelladisale scrive:

    grazie impastatrice, sono contenta sia venuto buono

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓