Torta di scarti d’arancia, cioccolato e malto

Ed ecco la seconda versione della torta fatta con gli scarti d’arancia dell’altro giorno.
Questa è più “magnifica”. Fatta per il contest di Ravanella e Felicia dedicato ai magnifici 20 di Marco Bianchi, Felici & Curiosi.
Non amo molto il cioccolato e forse preferisco la prima versione più fruttata e dolce, questa è più amarognola per il cioccolato fondente e il malto d’orzo, ma la si può leggermente correggere usando un malto diverso, di riso o mais o grano, tutti più dolci di quello d’orzo.
Questa torta contiene ben 5 “magnifici”: il cioccolato (fondente), il malto (d’orzo), la frutta secca (mandorle), gli agrumi (lo scarto di 2 arance e il succo di clementine), le spezie (un mix di pepe lungo, pepe rosa, cannella, vaniglia, chiodi di garofano).

torta_arancia_ciocco
1 banana
• lo scarto di 2 arance spremute
, cioè 4 metà
200 ml di malto d’orzo
• il succo di 3 clementine
• 100 ml di olio extra vergine d’oliva
• mezzo cucchiaino di spezie tritate
(pepe lungo, pepe rosa, cannella, vaniglia, chiodi di garofano)

una tavoletta di cioccolato molto fondente
• una ventina di mandorle
con la pellicina
300 gr di farina tipo 2
• 125 gr di amido di mais
• 1 bustina di cremor tartaro
bio di quello già addizionato con bicarbonato e amido

* tutti gli ingredienti che ho usato sono biologici, la banana è fairtrade, anche

Ho frullato la banana a pezzetti con lo scarto d’arance a pezzetti (le 4 metà che rimangono dopo aver fatto la spremuta, io avevo tolto anche la buccia col rigalimoni), ho aggiunto il malto, il succo di clementine, l’olio, le spezie e mischiato bene.

Ho tritato il cioccolato e le mandorle nel macinacaffè. Ho setacciato l’amido, la farina, il lievito, unito al trito di cioccolato e mandorle e mischiato bene.

Ho unito il primo composto con il secondo come per fare dei muffin senza insistere troppo nel mescolare e ho messo in una teglia tonda foderata di carta forno bagnata e strizzata.

Ho cotto a 170 gradi per 35 minuti circa.

Più la si lascia riposare e più diventa buona. Volendo la si può cospargere di cacao o ci si può versare sopra altro malto come nella foto (quello nella foto è di riso).

C’è anche il PDF!


___

Con questa ricetta DOLCE partecipo al contest Felici e Curiosi
di Ravanello Curioso e Le delizie di Feli.

_____________________________________________________

Ingredienti principali: , , , ,

10 Responses to Torta di scarti d’arancia, cioccolato e malto

  1. eleonora scrive:

    Buongiorno,questa torta la vorrei proprio fare, per scarto di arancia intendi la polpa che rimane nello “spremino”o tutto quanto, cioè il bianco,la scorza “nuda”per capirci dato che togli la parte esterna per seccare.La polpa mio figlio la spazzola subito, comunque non è tantissima,un cucchiaio x arancia circa, può essere?Grazie e buona giornata, nevosa o piovosa che sia..Quà piove,sigh!

  2. stelladisale scrive:

    eleonora, ciao, intendo le mezze arance spremute, quello che di solito si butta, la parte esterna la tolgo solo col rigalimoni, per fare la polvere d’arancia, si può anche non togliere ma a me piace farmi una scorta di polvere d’arancia, la polpa io la mangio insieme al succo, non la metto nello scarto

  3. letissia scrive:

    Buonissima, anzi “più magnifica”! :D

  4. Lo scrive:

    mmm e ora sono indecisa su quale versione preferire ;)

  5. stelladisale scrive:

    a me era piaciuta di più la prima ma forse era lo stupore, poi io non amo molto il cioccolato, ma volevo usare tanti “magnifici”, prova dai :-)

  6. Felicia scrive:

    Squisita….!!!! morbidosa e golosa!!! il massimo per un dolce, e quanti magnifici hai utilizzato, complimenti e grazie la inserisco subito :-)

  7. brii scrive:

    sono d’accordo con Lo, non saprei quale scegliere.
    Mi sa che mi “tocca” provare tutte 2!
    :-)
    Buonissima serata piovosa!
    baciusss

  8. stelladisale scrive:

    :-) baciuss

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓