Biscotti morbidi con zucca e succo di mela

• 15 novembre 2012
* dolci, ricette vegane, salutiamoci22 Comments

L’altro giorno vedendo in un blog dei classici biscottini col miele mi sono venuti in mente questi biscotti che ho fatto in decine di varianti negli anni. Dopo la mia pasta matta con aceto o vino credo siano la cosa che più ho fatto e rifatto in questi 5 anni di blog. Li li avevo copiati nel 2007 dagli scribacchini (del mitico vecchio blog cuochi di carta).
Contenevano poco zucchero e soprattutto miele, poi olio d’oliva, frutta secca che può variare, farina che si può variare pure quella, lievito naturale e poco altro, qualcosa per aromatizzare: vaniglia, cacao. Si fanno in un attimo. Sono senza uova e senza latticini.
Non sono vegan perchè contengono il miele che alcuni vegan non mangiano essendo di derivazione animale perchè frutto del lavoro delle api. A me poi non piace per niente l’odore del miele quando cuoce nel forno e comunque il miele è vietato a Salutiamoci, quindi ne ho fatto una versione con zucca e succo di mela concentrato.

 
 

250 gr di farina tipo 2
200 gr di mandorle con la pellicina
175 gr di zucca cotta al vapore (butternut)
6 cucchiai di succo di mela concentrato
5 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino di cremor tartaro di quello naturale e già addizionato col bicarbonato
1 presa di vaniglia in polvere
1 pizzico di sale rosa

* tutti gli ingredienti che ho usato sono biologici

La zucca l’ho cotta al vapore con la buccia, tagliata a fette grandi. Poi ho tolto la buccia che ho mangiato in altro modo (quella della butternut è sottile e l’ho sempre mangiata, anche se di solito la cuocio al forno) e ho utilizzato solo la polpa. Anche i semini li ho tenuti, quelli della butternut sono piccolini e si mangiano tutti interi. Li ho lasciati una notte a mollo in acqua e sale, li ho scolati e poi li ho fatti tostare in forno a 100 gradi fino a doratura, sono buonissimi. Quelli delle zuccone grosse invece di solito li tolgo dal loro involucro duro a crudo, col coltello. Ci vuole un po’ ma il risultato è uguale a quei semi di zucca verdi che si comprano nei bio, volendo si può anche togliere la pellicina verde che è un po’ amarognola.

Torniamo ai biscotti.
Ho tritato le mandorle fini, ho aggiunto la zucca e tritato un attimo ancora, poi ho unito alla farina setacciata, al cremor tartaro e a tutti gli altri ingredienti, ho mescolato con le mani (si fa prima) e con le mani inumidite ho fatto delle palline schiacciate, su ciascun biscotto ho premuto la forchetta per decorare e ho infornato a 180 gradi per mezz’oretta (sono cicciotti, ci mettono un po’). Li ho girati verso la fine per farli dorare anche sopra.
Si lasciano raffreddare, si mettono in una scatola di latta e durano parecchi giorni, sono morbidi e non sanno di olio d’oliva ;-) Come ripeto da anni, l’olio evo è perfetto per fare i dolci.

Questa ricetta partecipa a SALUTIAMOCI di novembre, ospitato da Dealma di La via Macrobiotica, protagonista la ZUCCA.

C’è anche il PDF!

Altre versioni di questi biscotti (contengono zucchero e miele, a volte malto, sono tutti senza latticini e uova, e tutti con frutta secca e olio evo):
I primi, con cocco oppure noci
Mandorle e arancia
Cacao e avena
Castagne e noci
Cacao, nocciole, mandorle, latte di riso
Mandorle e cacao

_____________________________________________________

Ingredienti principali: , ,

22 Responses to Biscotti morbidi con zucca e succo di mela

  1. Fedra scrive:

    Devono essere buonissimi!!!!un baciotto
    Ps. Sto provando a “resuscitare’ la mia pasta madre dopo due anni in freezer!! Utopia?! :o )

  2. Ciao, semplicissimi e davvero leggeri questi biscotti! Ma prevale il gusto di zucca, mandorle o mela?? Curiosi!
    baci baci

  3. Marianna scrive:

    Fantastici questi biscotti ma credo che copierò quello avena e cacao :)

  4. elena scrive:

    Benissimo! facevo la tua versione originale di questi biscottini e li trovavo sublimi…ma ora non uso più il miele… adesso li rifarò così!!

  5. cinzia scrive:

    bene, proverò questi allora, perchè la settimana scorsa ho provato a farne anch’io con la zucca, partendo da quelli con ingredienti “proibiti” che faccio/facevo abitualmente … beh, non ne sono rimasta affatto contenta :-( … li posterò lo stesso, per magari confrontarli ed avere un aiuto se possibile :-)

  6. Che meraviglia! Sono bellissimi! Grazie Stella! :)
    Dealma

  7. stelladisale scrive:

    Marianna, ok :-)

    elena, prova, anche col malto al limite

    cinzia, ok, adesso son curiosa di vederli, prova ma non ti garantisco niente

    grazie Dealma

  8. paola scrive:

    Ora che ho letto tutte le versioni, sono in confusione, non so quale scegliere! :)
    Sembrano tutti buonissimi, penso che oggi mi cimenterò :)
    Grazie per la ricetta!! :)

  9. Sara scrive:

    Beh, visto che è una delle cose che ao di più fare biscottare…li farò!

  10. letissia scrive:

    Ma che belli! Proprio brava Stella! :)

  11. stelladisale scrive:

    saretta, io invece non li faccio spesso i biscotti…

    grazie letissia :-)

  12. lauretta scrive:

    guarda caso ho appena finito di tagliare una zucca. volevo fare la tua torta con i semini di papavero sopra ma quasi quasi opto per i biscottini…sono deliziosi alla vista :)

  13. stelladisale scrive:

    lauretta, fammi sapere poi

  14. Note di cucina scrive:

    Meglio del succo concentrato di mela non c’è niente, per dolcificare i biscotti. Altro che zucchero! Sicuramente finiranno molto presto anche sulla nostra tavola. Fare i biscotti per la colazione in casa dà troppa soddisfazione :-) !

  15. Lo scrive:

    mi piace molto questa nuova versione…perfetti per piccoli regali dolci :)

  16. stelladisale scrive:

    grazie Lo

  17. Arianna scrive:

    Che buoni questi biscottoni!!! Finalmente sono riuscita a trovare il succo di mela concentrato, ma volevo chiederti, visto che lo usi spesso, quanto dura una volta aperto. Grazie!!!

  18. stelladisale scrive:

    Dura tanto, anche mesi, in frigo. Comunque allungato con l’acqua è un’ottima bibita, non è difficile smaltirlo :-) Grazie a te.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Mangiare è un sacramento.
Per onorarlo al meglio bisogna rendere grazie alla vita che tagliamo per vivere.
Senza giungere al disgusto di se, dell’umanità, della vita stessa.
Gary Snyder

↓ More ↓